Missione

Il progetto Beyond-Nano ha visto la costituzione di un’infrastruttura di ricerca integrante in modo perfettamente complementare le migliori competenze presenti nelle strutture CNR del sud–Italia nel campo dei materiali avanzati e delle nanotecnologie.

Beyond-Nano è composto da n.4 Poli, dislocati ognuna in una Regioni di Convergenza, in cui interagiscono differenti Istituti del CNR tra cui: l’Istituto di Microelettronica e Microsistemi (IMM) di Catania, Istituto di Nanotecnologie (Nanotec) di Lecce e Cosenza e l’Istituto per i Polimeri, Compositi e Biomateriali (IPCB) di Napoli-Portici e Napoli-Pozzuoli.

L’infrastruttura è dotata di strumentazioni allo stato dell’arte per la fabbricazione di materiali innovativi nano strutturati ed il nano-processing e la caratterizzazione avanzata strutturale ed ottica.

Le attività dell’infrastruttura sono state programmate per creare un continuum fra la scienza dei materiali e la tecnologia dei dispositivi al fine di ridurre i tempi di trasferimento del know-how sviluppato verso le applicazioni di mercato. I campi di applicazione sono nei settori strategici dell’energetica, sicurezza e salute, con la potenzialità di adattarsi, grazie alla flessibilità dell’infrastruttura e la polifunzionalità dei materiali, in altri settori in base alle esigenze del tessuto industriale di riferimento.

Beyond-Nano è stato pianificato in modo da favorire la stretta correlazione con altre due infrastrutture inserite nella “Roadmap Italiana delle Infrastrutture di Ricerca di interesse Pan–Europeo”: la sorgente di luce di sincrotrone ELETTRA e il Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non–Lineare (LENS), nonché con l’infrastruttura Esfri PRACE.

Beyond-Nano vuole svolgere un ruolo di protagonista nella rete europea di centri attivi nel campo delle Nanoscienze e Nanotecnologie, contando su connessioni dirette anche con l’Italian University NanoElectronics Team (IUNET), il LETI di Grenoble, l’Italian Institute of Technology di Genova.

Skip to toolbar